Il mandala metodologico Asiri: parte III

mandala metodologico Ciao, manca ormai solo una settimana all’attesissimo seminario di Metodologia Pedagogica Asiri, la Pedagogia del Sorriso, con Ivette Carrion. 
Ivette è già in Europa e terrà alcuni seminari di Pedagogia Asiri, la Pedagogia del Sorriso e di Pedagogia Ancestrale in Spagna.
Nel frattempo ci manda un breve e simpatico video-messaggio in italiano che ti invitiamo a guardare cliccando a questo link.

 

 

Come promesso ti offriamo di percorrere l’ultima tappa dei video-quaderni pedagocici che illustrano la stuttura della metodologia Asiri.
Come sempre ti consigliamo di guardare il video seguendo la traduzione che trovi qui sotto.

E naturalmente se ti sentirai chiamata/o dalla Pedagogia del Sorriso, non perdere questa occasione unica di apprendere questa metodologia direttamente dalla sua creatrice, per la seconda volta eccezionalmente in Italia a Bologna, dall’1 al 5 luglio.

E ora con suono, colore e forma e con sentire fare e pensare arriviamo ai 7 cammini. Questi 7 cammini sono necessari per generare l’equilibrio nel nostro sistema, nel sistema in cui viviamo.
Siamo tutti parte di una creazione: siamo CREATORI. Poi diventiamo TRASFORMATORI, e da trasformatori diventiamo COSTRUTTURI, da trasformatori diventiamo RICICLATORI, da riciclatori diventiamo GUARITORI, da guaritori PROTETTORI e da protettori COMUNICATORI per tornare poi nuovamente alla creazione.

Questo è un atomo, è indivisibile, se noi utilizziamo bene questi 7 cammini non avremo nessun problema con la natura e genereremo equilibrio per noi stessi.
Attualmente si utilizzano solo 4 cammini nell’educazione che sono creatore, trasformatore, costruttore, comunicatore. Se utilizzassimo tutti e 7 i cammini potremmo incontrare un equilibrio con la natura di cui tanto abbiamo bisogno.

Bene, adesso che abbiamo gli strumenti, come facciamo la nostra lezione? Attraverso 14 esperienze pratiche o mestieri che Asiri propone.
– 7 esperienze interne che ti aiuteranno a riconoscere interiormente chi sei tu, cosa così importante: pittura, scultura,  teatro, cucina, filosofia, danza e musica.
– 7 esperienze esterne che ci insegnano a fare. Quanto più facciamo con le nostre mani, tanto più saranno connessi i nostri emisferi cerebrali: ingegneria, ceramistica, agricoltura, falegnameria, tessitura, astronomia, mestiere del muratore.

Amici, siamo all’interno di un grandissima innovazione tecnologica, vediamo quantità di tecnologia che va e viene ogni anno, una migliore dell’altra, ma cosa accaderebbe se a causa ad esempio dei cambiamenti climatici ci fosse un problema, se non avessimo più elettricità, se non funzionassero più i nostri computer? Realmente, quanto sapremmo “fare”? Voi sapete “fare”? I bambini sanno “fare”?
Abbiamo fatto diverse ricerche sui bambini e sui ragazzi della scuola secondaria e abbiamo visto che molto pochi sanno fare. Quanto tempo ci servirebbe per rifare quello che già abbiamo? Saremmo in grado di rifarlo?  Per questo è importante lavorare con i “mestieri”, con il fare.
Questo è il momento di integrare. Questo è il mandala metodologico, sentire, fare e pensare, suono colore e forma.
Asiri è una educazione olistica.
Vi invito a conoscere Asiri, a partecipare a questa meravigliosa avventura, del sorridere, del ridere, dell’essere un insegnante attivo, dinamico, creativo, capace di “essere sempre disposto”.

Ivette Carriòn Torres

I commenti sono chiusi.