La geografia umana o antropica

geografia-umana_5d3ad46084d6c11a2e697d7ac34af5c2 Fino ad ora ci siamo occupati di Geografia fisica: studio della morfologia e caratteristiche del territorio europeo.
Entreremo ora nel campo della Geografia Umana chiamata anche Antropica.

La Geografia Umana studia il rapporto reciproco che esiste tra l’uomo e l’ambiente.
Uomo e Ambiente infatti si condizionano a vicenda.
In che modo?

DIGITAL CAMERA1) L’AMBIENTE CONDIZIONA L’UOMO:
la popolazione umana si distribuisce in modo diverso a seconda della morfologia del territorio: più popolate le zone pianeggianti e meno quelle montuose.
La popolazione umana si distribuisce in modo diverso a seconda dal clima: più popolate le zone con clima mite (latitudine non troppo elevata, altitudine non troppo elevate, vicinanza al mare).
La popolazione umana si distribuisce in modo diverso a seconda delle risorse offerte dal territorio: più popolate le zone ricche di risorse naturali.

L’essere umano ha modificato i propri tratti somatici (caratteristiche fisiche) per adattarsi all’ambiente (pelle, occhi, capelli meno scuri man mano che emigrava verso zone più fredde della Terra).

L’essere umano ha adattato le proprie forme di vivere e la propria economia a seconda delle caratteristiche degli ambienti in cui viveva (popolazioni nomadi dove la terra non offriva risorse, sedentarie dove la terra era adatta all’agricoltura).

Orissa-0392) L’UOMO CONDIZIONA E MODIFICA L’AMBIENTE:
Gli insediamenti umani (città, villaggi…) hanno profondamente trasformato il paesaggio e l’ambiente (impatto ambientale).

L’uomo ha utilizzato le risorse fornite dall’ambiente che sono diventate fonte di economia per lui (risorse della terra e animali: settore primario,  trasformazione delle materie prime (settore secondario, sfruttamento della bellezza del territorio (turismo) e costruzione di vie per mettere in comunicazione diversi luoghi: settore terziario.

Osserva questa mappa sui diversi rami della geografia! (clicca sull’immagine per ingrandirla).

geomap

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *