La leggenda

bela-lugosi-dracula-ftrIn questo percorso didattico studieremo le caratteristiche di un genere letterario che sicuramente avrai già avuto modo di conoscere: la leggenda.

In classe abbiamo infatti fatto un brain storming da cui sono emerse dalla classe quasi tutte le caratteristiche della leggenda…

Leggenda deriva dal latino e significa : “storia che deve essere letta”.

Andiamo ad approfondire un po’ gli elementi che sono emersi in classe da voi studenti:

1) Come puoi intuire dall’immagine, la leggenda ha in genere come protagonisti personaggi che sono esistiti veramente (Vlad III principe di Valacchia, alias conte Dracula) ma la cui storia è stata trasformata per assumere caratteristiche insolite, magiche, straordinarie, paurose…

2) Basandosi su eventi storici, a differenza della fiaba e della favola, il tempo e il luogo sono precisi.

3) Mentre la favola e la fiaba hanno un significato universale, che vale cioè per tutta l’umanità,  la leggenda è fortemente collegata con una determinata cultura o popolo: spiega la fondazione di una città (es. Romolo e Remo oppure le leggende sulla nascita di Bologna che puoi leggere nella raccolta in fondo alla pagina), la nascita di un’usanza (ad es. il tortellino bolognese. Lo abbiamo letto in classe… ti ricordi l’ombelico della donzella  🙂 ), la vita di un personaggio importante (Dracula, Guglielmo Tell o la vita dei santi)…

4) Le leggende sono state tramandate oralmente e spesso subivano delle trasformazioni da parte di chi le raccontava. In classe ne abbiamo avuto la prova! La stessa leggenda della bambina-fantasma è stata raccontata in modo diverso da due compagni.

5) Le leggende insegnano qualcosa, trasmettono conoscenze, credenze, al fine di rinsaldare i legami sociali.

E ora i vostri lavori!

Qui puoi scaricare il power point di Giulia sulle caratteristiche della leggenda!

E qui la mappa concettuale di Alice!

Infine una interessante raccolta di leggende bolognesi (anche sul tortellino) trovata da Alice!

Grazie! 🙂

Dopo aver compreso le caratteristiche di questo genere e averle riconosciute in alcune leggende lette in classe e a casa, ognuno di voi, come sempre facciamo, ha scritto una sua leggenda.

Chi vuole pubblicare la propria?

 

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *